Individuo

I disturbi d’ansia, del comportamento alimentare, della personalità, la depressione,   rappresentano forme diverse del malessere umano. Tale malessere ha la caratteristica di trasversalità culturale per un semplice motivo: Il dolore e la sofferenza sono aspetti dell’umano ed in quanto tali non possono essere escluse dalla nostra vita. Periodicamente, spesso (ma non necessariamente) in concomitanza con un periodo particolarmente difficile sentiamo di star male e questo male a volte diventa così insopportabile da impedire il normale funzionamento della nostra vita. Cerchiamo di coprirlo, di anestetizzarci con i metodi più disparati e ci capita di non sentirlo per un attimo ma immancabilmente ci ritorna, a volte ci ritorna con un’amplificazione esponenziale. L’unico modo per poterlo risolvere è quello di affrontarlo, di osservarlo, vederne le conformazioni, i motivi, per cercare strategie più adattive e soprattutto strategie che ci consentano di poterlo affrontare senza troppe paure, migliorare la nostra capacità di pensare perché si possa affrontare la vita, a testa alta ed in modo autonomo, senza il ricorso a sintomi o supporti di altro genere. Ecco la nostra concezione della sintomatologia, modalità disfunzionali di affrontare gli eventi che chissà, in altri momenti magari hanno garantito la nostra sopravvivenza. Ma perché sopravvivere quando possiamo vivere? 

Chi e quali difficoltà trattiamo 

Ci sono momenti della vita in cui possono comparire questi sintomi, anche contemporaneamente. Il nostro modus operandi è di partire da queste aree di sofferenza e/o disfunzionalità per ristrutturare modalità più ampie di vita e allargare i campi di visione e azione.

  • Disturbi d’ansia, fobie, attacchi di panico
  • Difficoltà lavorative.
  • Disturbi del sonno.
  • Disturbi della concentrazione.
  • Disturbi del comportamento alimentare.
  • Disturbi da uso di sostanze.
  • Disturbi di personalità.
  • Disturbi dell’umore: depressione, irritabilità.
  • Lutti, cambiamenti importanti della vita.
  • Disturbi post traumatici da stress.
  • Cefalee e disturbi psicosomatici.
  • Problemi  relazionali e di coppia.
  • Adolescenze difficili.
  • Difficoltà nella gestione della genitorialità.

In ognuno di questi casi la presa in carico si effettua sulla persona nella sua totalità cercando di instaurare/restituire una relazionalità costruttiva e positiva. Lo studio PSICOLOGIAMARCHE si interessa di recuperare le potenzialità appartenenti alla persona stessa così da riaccendere un processo di vita che per qualche motivo aveva subito un’interruzione, un black out.   

 

Psicanalisi della relazione

I disturbi d’ansia, del comportamento alimentare, della personalità, la depressione,   rappresentano forme diverse del malessere umano. Tale malessere ha la caratteristica di trasversalità culturale per un semplice motivo...

 


Psicoterapia di gruppo Ancona

“L’uomo è un animale sociale” affermava Aristotele, e spesso è proprio all’interno di quel “sociale” che possiamo rintracciare le radici del malessere. Poter stare insieme, poter creare relazioni ...

Difficoltà lavorative

 


Le Aziende o Istituzioni sono un insieme di relazioni sociali organizzate, giuridicamente sancite, il cui scopo è quello della conservazione e perpetuazione di attività sociali (e non solo),  intermediaria tra...