Corpi colonizzati

 

Il processo di colonizzazione prevede un ampliamento dei confini di uno stato a scapito di altri stati al fine di reperire risorse economiche. I corpi colonizzati sono corpi che subiscono l’invasione da parte di altri, i cui confini vengono costantemente violati; questo meccanismo risulta evidente negli abusi dove l’invasione è concreta, è fisica, ma in modo più subdolo ed invisibile costella le nostre vite diventando intrinseco. In questo modo ed in questo mondo dobbiamo mostrare determinate immagini di noi stessi, tendenti sempre al positivo sebbene internamente ci viviamo in modo spesso frammentato ed angosciante. Indubbiamente i Social sono dei luoghi in cui presentare e presenziare in termini solo ed esclusivamente positivo. Il negativo rappresenta un'attività impopolare che potrebbe non ricevere feedback e pertanto potrebbe comportare un abbassamento dei livelli di autostima. Il feedback negativo inoltre non esiste, come se la "mente social" si generi e strutturi sul positivo: se non sei felice allora "non sei". Questo è uno dei numerosi luoghi in cui si pratica la colonizzazione psichica.   Il processo di colonizzazione non riconosce l’altro, non lo vede se non in relazione alle risorse da reperire e là dove la relazione è mercificata e finalizzata al "marketing del Sè" il risultato appare come adeguamento del Sè alle esigenze del mercato relazionale. 

Nel mondo globalizzato gli stati colonizzati vivono privati della loro identità ma questo accade anche nel piccolo delle nostre quotidianità, dove traslare questo concetto significa evidenziare questi processi per poter ritrovare le nostre identità, come individui e come gruppi sociali. L’ossessione della perfezione risponde pienamente ad aspettative “colonizzatrici” che il contesto in cui siamo immersi pretende da noi. 

 

Dott. Luigi Cabua

Ancona 03/01/2017

 

 

Psicoterapia Psicanalisi Relazionale Individuale

I disturbi d’ansia, del comportamento alimentare, della personalità, la depressione,   rappresentano forme diverse del malessere umano. Tale malessere ha la caratteristica di trasversalità culturale per un semplice ... continua

Psicologia Gruppo Ancona Marche

 


“L’uomo è un animale sociale” affermava Aristotele, e spesso è proprio all’interno di quel “sociale” che possiamo rintracciare le radici del malessere. Poter stare insieme, poter creare relazioni ...continua

Psicologia del lavoro

 


Le Aziende o Istituzioni sono un insieme di relazioni sociali organizzate, giuridicamente sancite, il cui scopo è quello della conservazione e perpetuazione di attività sociali (e non solo),  intermediaria ...continua